Famiglia sul divano che guarda la tv insieme

" Credi che riusciremo mai a trovare un luogo dove io e te potremo vivere uniti al di la dei suoni o del silenzio?"
dal film "Figli di un Dio minore"
di Randa Haines


 
Da questo mese sarà possibile trovare nella nostra bacheca nello studio di Via Rivareno 53 la nostra personale selezione di film dedicati al tema dell'UDITO.
Qui la lista completa della nostra selezione di film👉

The Sound Of Fury
di Jean-Claude Brisseau
"Se potessi permettere a tuo figlio sordo di udire, lo faresti?" Sound and fury è un documentario che racconta la storia della famiglia Artinian, mamma, papà e tre figli, uno dei quali, una bambina di 5 anni non udente. La bimba esprime il desiderio di avere un impianto cocleare, ma sarà necessario un intervento chirurgico…
Breve trama:
 
 
La Migliore offerta
Regia di Giuseppe Tornatore
Genere Drammatico, - Italia, 2002, durata 124 minuti.
 
Una storia d'amore fuori dagli schemi ambientata a Vienna.
Nel gioco di ciò che appare e ciò che è, Tornatore innesta un interessante intervento di teorizzazione.

Virgil Oldman è un'istituzione: banditore d'aste richiestissimo, gira il mondo in ambienti esclusivi ed è anche un infallibile esperto d'arte. Schivo e solitario, vive in una dimora sontuosa, impreziosita da una stanza blindata dove sono esposti innumerevoli ritratti femminili. Sono loro il suo vero e unico amore. Quando viene chiamato da Claire Ibetson, una giovane che vorrebbe far valutare i beni ereditati in un'antica villa, all'inizio è recalcitrante, poi viene incuriosito dall'atteggiamento scostante della donna che addirittura si nega alla sua vista affermando di essere agorafobica. E quella figura reale ma inguardabile si trasforma per lui in una sorta di ossessione.  

 
Non Guardarmi,Non Ti Sento
Regia di Arthur Hiller
Genere Commedia - USA, 1989, durata 100 minuti. 
 
Un bookmaker viene ucciso per aver commesso uno sgarro a una banda criminale. Unici testimoni del delitto due edicolanti, un cieco e un sordo, amici per la pelle. Non sono in grado di dire niente, ma la polizia non ci crede. E nemmeno gli autori del delitto che cercano di far fuori la strana coppia.
 
The Tribe 
Fesenko,Novikova
In questo film drammatico un ragazzo sordo entra in un istituto speciale per sordomuti. L’istituto è regolato da dinamiche violente, che il ragazzo dovrà imparare a controllare per non farsi sopraffare. Interamente recitato nel linguaggio dei segni, è un film-shock, un’esperienza cinematografica totalmente inedita che non può lasciare indifferenti.
 
A Quiet Place - Un Posto Tranquillo
Regia di John Krasinski
Genere Horror, - USA, 2018,  durata 95 minuti
 
Una famiglia è costretta al silenzio per non essere scoperta da una presenza sovrannaturale che vigila sulla loro fattoria.
Certi alieni hanno invaso la terra e attaccano ogni rumore che sentono. Per sopravvivere non si deve fare nessun rumore. Una famiglia rifugiata in una casa cerca di comunicare senza suoni, e non è facile, altrimenti verrà annientata. Il film presenta molte letture. Il silenzio è una cifra decisamente importante nel cinema, che alla fine dell'ottocento nacque muto e per un trentennio continuò così. Poi, nel 1927, con lo storico Cantante di Jazz, arrivò la parola. Ma non tutti ne erano entusiasti. Il silenzio non era solo un sistema, era anche un codice, di più, era una filosofia. A Quiet Place - Un posto tranquillo può essere lo spunto per una lettura in quel senso, in quei sensi
"ASCOLTA ATTENTAMENTE. MUOVITI CON CAUTELA. NON FARE MAI RUMORE". (Sul silenzio nei film si schierò qualcun altro che conosceva bene quella disciplina, Charlie Chaplin, che continuò a fare film silenziosi fino al 1940, fino al Grande dittatore. Ma... parlò a malincuore. Così il silenzio, divenne roba da dibattito, divenne un vero e proprio affair).
 
 
La Stanza Delle Meraviglie
Regia di Todd Haynes
Genere Avventura, - USA, 2017, durata 120 minuti. 
 
L'adattamento cinematografico del romanzo di Brian Selznick pubblicato nel 2011. "

1977, Minnesota. Il dodicenne Ben è preda di un incubo ricorrente in cui viene inseguito da un branco di lupi. Una notte, cercando tra gli oggetti della madre, trova il vecchio catalogo di una mostra newyorkese sulle origini dei musei: i cosiddetti gabinetti delle meraviglie. C'è anche un biglietto, dentro, con l'indicazione di una libreria. E poi c'è un fulmine, che entra dal cavo del telefono e cambia la vita di Ben. 1927, New Jersey. Rose è una ragazzina che vive sola con il padre, isolata per via della sua sordità. La anima una grande passione per un'attrice, una diva del muto, di cui colleziona ogni notizia. Ben e Rose, a distanza di tempo, compieranno lo stesso avventuroso viaggio attraverso New York, guidati dal comune bisogno di conoscere il loro posto nel mondo.

L'opera grafico-letteraria di Brian Selznick nasce, nel caso di Hugo Cabret come in questo, intrisa di cinema, come fulminata in origine dalla meraviglia del suo dispositivo e percorsa interamente dalla scia elettrica di tale scossa. Per questo è giusto e necessario che siano dei registi cinefili a gestire il passaggio delle sue storie dalla carta allo schermo, loro approdo naturale."

 
L'Estate Di Giacomo
Regia di Alessandro Comodin
Genere Drammatico, Italia, Francia, Belgio, 2011, durata 78 minuti.
 
Opera prima notevole di Comodin che con João Nicolau ne ha curato regia, sceneggiatura, montaggio e, con Tristan Bordman e Jean-Jacques Quinet, la fotografia. Ambientata nell'estate e in campagna lungo il fiume Tagliamento, è la storia degli adolescenti Giacomo, sordo con apparecchio acustico, e Stefania che, giocando tra innocenza e malizia, si attraggono e si respingono. Difficile distinguere tra documentario e finzione, in bilico continuo tra il timore delle parole e una tensione a fior di pelle. L'autore suggerisce quietamente che anche l'erotismo può essere una messa in scena, una recita, una strategia, come se tenesse conto della lezione dettata dal cinema di Rohmer, concisamente analitica. 
 
Marie Heurtin
Regia di Jean-Pierre Améris
Genere Biografico, Francia, 2014, durata 95 minuti.
 
Dal buio alla luce
Marie Heurtin è ispirato a una storia realmente accaduta in Francia nel tardo XIX secolo. La quattordicenne Marie è sorda e cieca ed è incapace di comunicare. Marie è intrattabile ma suor Margherita conquista la sua fiducia e fa di tutto per condurla fuori dal buio e dal silenzio insegnandole ad aprirsi al contatto con gli altri.
 
"E 'difficile immaginare come sia vivere in un modo senza suoni e senza immagini.  Con questa pellicola il regista Jean-Pierre Ameris presenta la storia di Marie Heurtin, nata nel 1885 in una casa di contandini in mezzo alla meravigliosa campagna francese che fino all'età di 10 anni vive la libertà nella forma più primitiva, ma limitata dal buio delle sue incapacità".
 
Figli di un Dio minore
Regia di Randa Haines
Genere Drammatico,  USA, 1986, durata 118 minuti. 
 
James Leeds, giovane insegnante dai metodi moderni, arriva in una scuola per audiolesi e immediatamente riscuote soddisfazioni insperate. Sarah Norman, ragazza sordomuta, addetta alle pulizie dell'istituto, ha un rifiuto psicologico all'aiuto di chicchessia, ma James, affascinato dalla vitalità intellettuale della giovane, se ne innamora e riesce a recuperare la volontà della ragazza. Pur con molte difficoltà, non ultimo il direttore dell'istituto che osteggia l'insegnante, Leeds riuscirà a far capire a Sarah che è lui che ha bisogno di lei.

Ricoverata a cinque anni in un istituto per sordi, Sarah vi è rimasta per vent'anni come donna delle pulizie finché incontra un nuovo insegnante anticonformista. Tra i due nasce un amore che vince ogni ostacolo. Tratto da un dramma teatrale di Mark Medoff, film d'esordio della quarantenne Haines, parla al cuore in triplice modo: abilmente confezionato, efficacemente vivace in alcune scene, sottile in altre, furbo e accattivante.  

 

La famiglia Belier
Regia di Eric Lartigau
Genere Commedia, Francia, 2014, durata 100 minuti.
 

I genitori di Paula - agricoltori della Normandia - e il fratellino sono sordi. Incoraggiata da un originale professore di musica che le ha fatto scoprire di avere un talento naturale come cantante, Paula si iscrive a un concorso canoro indetto da Radio France a Parigi, tormentata da un conflitto interiore: restare con la sua famiglia o seguire la sua vocazione? Campione di incassi in patria, è una commedia popolare molto gradevole, acuta, originale, che tratta il tema della sordità con profondità leggera, basandosi su una sceneggiatura che non perde un colpo, in un mix ben calibrato di comicità e commozione, umorismo e sentimentalismo, condito da canti e canzoni. Ottimi gli interpreti, i già noti Damiens e Viard nei panni dei genitori, e la giovane promettente Emera, ex concorrente dell'edizione francese di The Voice .  

Matilde  
Il corto del regista pugliese Vito Palmieri è stato prodotto da un’associazione di genitori con figli audiolesi, l’Agfa-Fiadda di Bologna."Il film per abbattere le barriere della comunicazione"
I disagi di chi non sente in un cortometraggio premiato in tre festival del cinema.
Matilde è il vero nome della protagonista, sorda come gli altri "attori" improvvisati che recitano. Racconta la storia di una bambina che sui banchi di scuola vive un disagio: i rumori delle sedie e i baffi del suo professore le impediscono di seguire le lezioni...
 
 
Qui altri titoli di film sul tema dell'udito che potete trovare streaming:
 
THE BIRD BOX CHALLENGE (NETFLIX) ***
THE SILENCE (NETFLIX) **
 
Ti aspettiamo e BUONA VISIONE! 

Condividi nel tuo social

FacebookGoogle Bookmarks Pin It

Studi Audioprotesici per il Benessere Uditivo

Email

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Numero Verde

I nostri social

scrivici su whatsapp